venerdì 19 marzo 2010

SFIDA PER IDEA MODERNA INFRASTRUTTURA


Ancora in occasione del convegno Punto Wi-Fi il presidente della provincia di Roma Nicola Zingaretti ha esposto la sua visione in merito alla crescita dell'infrastruttura Wi-Fi all'interno della provincia di Roma:


Omniroma-WI-FI, ZINGARETTI "SFIDA PER IDEA MODERNA INFRASTRUTTURA"   

(OMNIROMA) Roma, 18 mar - Il Wi-fi accresce le possibilità individuali, aumenta la modernizzazione del territorio e soprattutto non è nocivo alla salute. Sono i tre dati rilevanti emersi dal convegno "punto wi-fi" giornata di studio su regole, scenari e salute organizzato, a palazzo Valentini, dalla università degli studi di Roma Foro italico, Icemb, Caspur e amministrazione provinciale al quale ha partecipato il presidente Nicola Zingaretti. Una tavola rotonda che è servita a fare il punto sul sistema wi-fi pensato dall' amministrazione provinciale all' inizio della sua legislatura e che ha consentito di installare 230 punti di accesso a internet senza fili gratis di cui 137 hot spot nella capitale e 93 nel territorio provinciale. L' intero progetto porterà, una volta terminato, al coinvolgimento di 4 milioni di persone, di 121 comuni interessati e all' istallazione di almeno 120 punti di accesso entro la fine dell' anno. "La sfida all' accesso alla rete - ha detto Zingaretti - è l' idea di una moderna infrastruttura. Questa della provincia è una rete che sta andando avanti con una frequentazione di fasce di popolazione non solo giovanili. Favorisce la divulgazione ed è un ampliamento delle strutture pubbliche. La nostra proposta ai piccoli esercizi commerciali ha riscosso successo e ora vogliamo coinvolgere grandi partner come l' aeroporto di Fiumicino e le stazioni". Una diffusione capillare visto che la provincia situa i propri punti wi-fi in biblioteche, piazze, parchi, centri di impiego, e luoghi di aggregazione. Sul piano della salute,invece, le emissioni inquinanti del wi-fi, sono tutte ben al di sotto dei limiti consentiti dalla legge. Il campo elettromagnetico è pari a circa 0,6 volt/metro, un decimo rispetto al limite italiano di 6 volt/metro. La potenza irradiata massima di un hot spot wi-fi è di 100 milliwatt un settimo di quella di un telefono cellulare, mentre l' aumento di temperatura prodotto in prossimità di una stazione wi-fi è assolutamente non rilevante. Ma durante il convegno sono stati esposti anche i dati raccolti dagli oltre 2500 utenti che utilizzano normalmente il wi-fi provinciale. L' 83% di questi si è dichiarato soddisfatto del progetto della provincia, l' 82% giudica la velocità di accesso alla connessione adeguata, il 90% giudica positivo il processo di log in, di registrazione e di accesso alla rete, il 58% ritiene che il servizio messo a disposizione dalla provincia abbia migliorato l' accesso alla rete, il 50% reputa fondamentale la gratuità del servizio. Per quanto concerne l' uso della rete wu.fi il 33% l' utilizza per il tempo libero, il 28% per controllare la posta elettronica, il 17% per motivi di lavoro, il 16% studio e il 6% per altri motivi. Al termine del suo intervento, Zingaretti ha poi dichiarato "puntiamo sul wi-fi tanto che abbiamo pensato insieme al Caspur cinque borse di studio da 12 mila euro.
Provincia Wi-Fi è appunto il più imponente progetto in Italia per la diffusione del Wi-Fi per numero di abitanti coinvolti (circa 4 milioni di persone), superficie del territorio (5 mila Kmq) e Comuni interessati (121) che prevede l’installazione di almeno 500 punti di accesso entro la fine del 2010.
Si può accedere alla rete wi-fi della Provincia di Roma con un PC portatile, un palmare, uno Smart phone, o altri dispositivi (console giochi portatili , macchine fotografiche, ecc)  dotati di interfaccia Wi-Fi trovandosi nel raggio – 100/150 metri circa -  di un hot-spot. Gli hot-spot sono situati in vari luoghi pubblici del territorio provinciale, all’aperto come al chiuso: biblioteche, centri d’impiego, punti di informazione turistica, centri anziani, piazze, parchi. Diversi esercizi pubblici stanno facendo richiesta alla Provincia di Roma di diventare punti della ‘Rete Provincia Wi-Fi’, per consentire ai loro clienti, soci e utenti di usufruire del servizio.
Sono in corso, inoltre, le procedure per l’installazione di altri 250 hot spot a Roma, seguendo le indicazioni preferenziali sulle localizzazioni effettuate dai Municipi.
La Provincia di Roma ha sottoscritto anche positive collaborazioni, come ad esempio, con ‘Roma Wireless’ per integrare le due reti e fare in modo che dai circa 50 hot spot nelle piazze e nelle Ville di Roma della rete ‘Roma Wireless’ sia possibile accedere anche alla ‘Rete Provincia Wi-Fi’. Ecco alcuni luoghi interessati: Villa Borghese, Villa Ada, Villa Doria Pamphili, Villa Torlonia, Auditorium Parco della Musica, piazza Navona, piazza di Spagna.
Un ringraziamento particolare alla Provincia di Roma e allo staff che fornisce il materiale riguardante il progetto e il suo sviluppo al mio blog con velocità e disponibilità.

Wi-fi e salute


Al convegno Punto Wi-Fi di ieri Nicola Zingaretti è intervenuto in merito alla questione su Wi-fi e salute:


PROVINCIA. WI-FI, NICOLA ZINGARETTI:  NESSUN RISCHIO PER LA SALUTE "STUDI DIMOSTRANO CHE NON È ASSOLUTAMENTE DANNOSO".    Roma, 18 mar. - Duecentotrenta hot-spot wi-fi gratuiti, centotrentasette nella Capitale e novantatre' nel territorio provinciale:  sono i numeri del progetto ' Provincia Wi-Fi', il piu' imponente in Italia per la diffusione senza fili della rete in termini di abitanti coinvolti (4 milioni), superficie del territorio (5 mila chilometri quadrati) e comuni interessati (121). Con lo scopo di analizzare i potenziali rischi rispetto alla salute di questo progetto, oggi e' stata organizzata la ' Punto Wi-Fi - Giornata di studio su regole, scenari e salute', presentata dal presidente della Provincia di Roma e realizzata dall' amministrazione provinciale in collaborazione con l' Universita' degli Studi di Roma Foro Italico, l' Icemb e il Caspur.    
"Per noi questa e' una giornata molto importante, sia rispetto al presente che al lavoro che affronteremo nei prossimi anni- ha dichiarato Zingaretti- Da un anno e mezzo abbiamo intrapreso questo cammino, su una strada inesplorata come quella delle infrastrutture ' immateriali'". Il progetto, spiega il presidente della Provincia, "si basa su tre pilastri:  l' installazione degli hot-spot, gli interventi di alfabetizzazione al web e la creazione di centri di innovazione, volti a favorire l' uso intelligente della rete". L' obiettivo di questa "avventura", sottolinea Zingaretti, e' quello di "abbattere l' apartheid informatico, rendendo internet accessibile anche a quelle fasce che, per motivi di censo o posizione geografica, hanno piu' difficolta' a fruirne".    
"La rete provinciale sta crescendo sul territorio, favorendone la modernizzazione:  presto raggiungeremo la quota dei 500 punti di accesso in tutta la Provincia- informa il presidente- e ci integreremo con attivita' commerciali e grandi partner. Qualcuno all' inizio ha storto il naso, perche' il servizio pubblico gratuito sta sostituendo quello privato a pagamento, ma poi tutti ne hanno capito i vantaggi".
La Provincia, come ha spiegato ancora Zingaretti, ha sottoposto ad un questionario quasi 2.500 utenti iscritti al servizio, con risultato "molto soddisfacenti":  l' 83% degli intervistati si e' infatti detto soddisfatto del servizio, l' 82% giudica adeguata la velocita' di accesso, il 90% considera il processo di log-in e registrazione facile e veloce e, infine per il 58% ' Provincia Wi-Fi' ha significativamente migliorato le possibilita' di accesso al web. Ma, puntualizza Zingaretti, "l' importanza di questa giornata e' data soprattutto dagli studi sui potenziali rischi dei campi elettromagnetici dei nostri hot-spot, da noi sostenui con cinque borse di studio di 12 mila euro ciascuna alla Caspur, che hanno rilevato l' assenza di elementi dannosi alla salute dell' uomo".      
Secondo i dati degli studi effettuati, il campo elettromagnetico generato da un ' access point' a un metro di distanza e' pari a circa 0,6 volt/ metro, ossia piu' di venti volte inferiore rispetto al limite fissato dalla normativa europea (20 v/m) e un decimo rispetto a quello della legge italiana (6 v/m). Il dato che piu' ' legittima' la soddisfazione del presidente della Provincia e' che la potenza massima di un hot-spot e' pari a 100 milliWatt, ossia un sesto/settimo di quella di un normale telefono cellulare, che normalmente viene tenuto a pochi centimetri dalla testa e in alcuni casi puo' raggiungere anche i 2 Watt.          
"Questi dati e le relazioni presentate- conclude Zingaretti- confermano, pertanto, come il progetto ' Provincia Wi-Fi' si sviluppi in un quadro di completa tutela della salute dei cittadini". 

Punto Wi-Fi


Il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti ha partecipato ieri al convegno ‘Punto Wi-Fi Giornata di studio su regole, scenari e salute’.

La giornata di studio è stata organizzata dall’Amministrazione provinciale in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma ‘Foro Italico’, l’ICEMB (Centro Interuniversitario per lo sviluppo delle interazioni tra campi elettromagnetici e biosistemi) e il CASPUR (Consorzio interuniversitario per le applicazioni di supercalcolo per università e ricerca), con il sostegno di ‘Invitalia-Infratel Italia S.p.a’.

La giornata si è divisa in due sessioni di studio e una tavola rotonda. Una prima sessione, dal titolo ‘Wi-Fi: tecnologia e normativa’e la seconda sessione dal titolo ‘Wi-Fi e salute’ . Nel pomeriggio si è invece tenuta la tavola rotonda dal titolo ‘Wi-Fi e scenari sociali’ affrontando le prospettiva della tecnologia in relazione al contesto culturale e sociale del nostro Paese.

La giornata di studio è stata anche trasmessa in diretta streaming su web tramite il sito di ‘Provincia Wi-Fi’. http://www.provincia.roma.it/wifi




mercoledì 17 marzo 2010

Il Wi-Fi della provincia di Roma









HI-TECH: NICOLA ZINGARETTI A GIORNATA DI STUDIO SU WI-FI E TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA


Domani alle ore 9.30 Il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti partecipa al convegno ‘Punto Wi-Fi - Giornata di studio su regole, scenari e salute’. Un appuntamento con i maggiori esperti del settore per fare il punto della situazione e in particolare per affrontare lo sviluppo delle reti wireless, in un contesto di piena tutela della salute pubblica.

La giornata di studio è organizzata dall’Amministrazione provinciale in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma ‘Foro Italico’, l’ICEMB e il CASPUR, con il sostegno di ‘Invitalia-Infratel Italia S.p.a’ e prevede due sessioni di studio e una tavola rotonda. L’appuntamento si tiene a Palazzo Valentini nella Sala di Liegro.

lunedì 15 marzo 2010

Nuovi Hot-Spot Wi-Fi in provincia di Roma


PROVINCIA, NICOLA ZINGARETTI A VELLETRI PER HOT-SPOT WI-FI E EX CASERMA Velletri, 15 mar - Un nuovo hot spot a disposizione dei cittadini e uno spazio recuperato che dopo due anni torna fruibile per le associazioni e i residenti del comune di Velletri. Il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti ha fatto visita oggi al comune dei Castelli Romani, dove ha ufficialmente inaugurato il punto di accesso a internet gratis senza fili, presso la biblioteca comunale e consegnato le chiavi dell' ex caserma dei Carabinieri al sindaco del comune Fausto Servadio. "Oggi è una giornata importante - afferma Zingaretti - perchè abbiamo deciso di destinare un patrimonio immobiliare pubblico a funzioni sociali. Ci sarà il centro per l' impiego, la biblioteca, le sedi di tante associazioni e quindi la volontà di dare vita e rafforzare l' integrazione civile. E' una scelta fatta insieme all' amministrazione comunale che dimostra che quando si vuole lo Stato funziona". Ad accompagnare Zingaretti, il sindaco di Velletri, Servadio. "E' una struttura che negli ultimi anni ha ospitato il comando dei Carabinieri - afferma Servadio - e che era stata liberata nel 2007. La provincia doveva mettere a patrimonio questo spazio e siamo riusciti a trovare una soluzione, eliminando tutti gli affitti che il comune aveva. I primi lavori che intendo fare sono quelli di mettere degli ascensori e rendere fruibile questa struttura anche alle persone disabili. Porteremo qui i Vigili Urbani, le associazioni, la Croce Rossa Italiana ed il centro per l' impiego. Molto c'è ancora da fare ma sono sicuro che questa città, che può essere capoluogo di Provincia, ricominci ad occupare il ruolo che merita".

Aumentano quindi gli hot-spot gratuiti in provincia di Roma, segno che davvero qualcosa cambia se impegno e volontà, oltre alle promesse, vengono mantenuti.

venerdì 12 marzo 2010

Banda larga: Fini, bisogna colmare digital divide | Radiocor, giovedi' 11 marzo 2010 (articolo 791463)


Banda larga: Fini, bisogna colmare digital divide

Vediamo.

giovedì 11 marzo 2010

Perché difendere la rete? #difenderelarete


Perché difendere la rete? #difenderelarete

Re-blogging

venerdì 5 marzo 2010

Inaugurati Hot Spot Wi-Fi a Monterotondo


PROVINCIA, ZINGARETTI INAUGURA HOT SOPT PER WI-FI A MONTEROTONDO

Roma, 04 mar - Il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti ha inaugurato oggi un nuovo hot spot per l' accesso gratuito ad Internet a Monterotondo, in piazza Roma. "Oggi e' una bella giornata - afferma Zingaretti - abbiamo inaugurato un parcheggio di scambio, una nuova scuola ed un punto provinciale wi-fi che sono un simbolo di ciò che stiamo facendo: viabilità sostenibile, infrastrutture scolastiche e immateriali. Sono contento perché sono tutte opere iniziate e finanziate sotto la mia amministrazione. In due anni cominciamo ad inaugurare e ad aprire cantieri. Questo e' un punto fondamentale per la modernizzazione del territorio ed anche per sostenere un' economia che ha bisogno di importanti risorse pubbliche per stare in piedi". Sono 220 gli hot spot installati finora a Roma e provincia dall' Amministrazione Zingaretti nell' ambito del progetto ' Provincia Wi-Fi': 127 punti di accesso a internet gratis senza fili nella Capitale e 93 nel territorio provinciale. È in corso, inoltre, l' installazione di altri 150 hot spot a Roma, seguendo le indicazioni preferenziali sulle localizzazioni effettuate dai Municipi, tra cui: piazza Vittorio, piazza San Cosimato nel Municipio I, piazza Bologna nel Municipio III, piazza San Giovanni Bosco nel Municipio X, parco del Forte Ardeatino nel Municipio XI, piazza Anco Marzio nel Municipio XIII, parco di Villa Bonelli, piazzale della Radio, via Oderisi da Gubbio nel Municipio XV, nuova biblioteca Giordano Bruno nel Municipio XVII, Villa Carpegna nel Municipio XVIII.

Grazie allo staff della provincia di Roma per la segnalazione.

On Facebook!